Categorie
Senza categoria

Sono solo le 11 parte 2

Mi sveglio cn le gatte che mi disturbano, cerco di alzarmi e sono bloccata cn la schiena e il male è allucinante.. Parlo con me stessa, perché non capisco la situazione. Sono in piedi, mi faccio forza scendo le scale a fatica, non muovo il collo in basso e in alto. Che cazzo è?

Metto le gatte fuori casa e preparo il cibo, i vari movimenti per far tutto sono difficili e dolorosi, mando vari msg per aver aiuto e conforto. Mi scappa la cacca.

In bagno non riesco a starci a far nulla ed esco.

Faccio colazione, mi arriva qualche risposta per msg. Faccio stretching.

Mi sento irrequieta e metto in ordine la cucina, il male riappare, faccio altro stretching e ritorno in bagno, faccio la mia prima cacca.

Esco fuori con le gatte, leggo un pò, faccio varie foto e video. Rientro per la seconda cacca.

Riesco in giardino, rileggo, sgrido le gatte, perché la mia vicina sgrida il cane, allora la imito così.. Rientro per bere un altro caffè rimasto da prima. E vado a fare la terza cacca.

Spazzolo le gatte, ritorniamo in casa, mi metto sul divano, ma la schiena me lo impedisce.

Esco in bici, ma la schiena me lo impedisce.

Rientro in casa e Dita🐱 ha aperto il forno per mangiarsi una fetta di pane rimasta lì, ma si spaventa e scappa, non so se si è spaventata della fetta di pane o di me dietro di lei….. MIAO!

Mi metto sul wc a far la quarta cacca 👍 e sono sole le 11…..

#homaldischienacazzo!

Categorie
Senza categoria

Sono solo le 11

Questa mattina è incominciata male.

Prima di tutto ho scoperto che la mia vicina di casa super fantastica, la vicina che tutti vorrebbero……. parla anche lei e fa lavori in casa, vi giuro che in 9 anni che abito qui a parte una volta che non vi racconterò mai forse, non l’avevo mai sentita. Scoperta interessante se non fosse che avevo detto alla sveglia ancora mezz’ora di letto 🙏

Mi alzo e preparo il latte e mentre lo riscaldo al microonde vedo che fa della strana patina sopra e poi diventa tutto grumoso, niente latte 😢 con il caffè…… mi volto per prendere la tazza nuova, perché non so quanto ho pulito bene la tazza con il latte scaduto e cade un bicchiere rompendosi e cospargendo tutti i vetri per terra, quindi spazza..

quindi alza il tappeto..

quindi pesta coi piedi scalzi i vetri…

io mai scalza e proprio oggi, ora…….. 🙄

Decido di andare in bici per pagare le bollette, arrivo alle poste e i vecchi mi ridono dietro, ok me ne vado. Attraverso il sottopassaggio del ponte e ci sono i carabinieri, penso tra me e me: nn mi fermeranno mai sono in bicicletta………..

Paletta!

“Signorina è nella via emilia, è pericolo”.

Allora precisiamo che mi fermano sempre, precisiamo che bene o male sono sempre simpa, precisiamo che io abbia la faccia di un soggetto altamente pericolosissimo, precisiamo che avete rotto il cazzo!!!!!!!!🤬

Cerco di instaurare un rapporto con il carabiniere, ma non mi da risposte sensate… ci rinuncio, mi rifiuto di dargli i documenti e tanto meno il libretto “ahah quest’ultima gliel’ho detto e non ha fatto una piega”. 🤭🧐🤔

Mi scappa la cacca e torno a casa.

Ri-esco in bicicletta e alle poste mi ridono ancora dietro i vecchietti sono aumentati…..

Decido di andare da Leoni a far la seconda colazione, ma prima prelevo, metto la carta nel buco e me la mangia.. ho sbagliato carta e pin. Addio carta di credito. Chiamo la banca che mi mette in attesa… risponde e cade la linea… richiamo e la segretaria si arrabbia, perché sono insistente, allora che faccio riattacco… e torno a casa a fare la cacca.

La banca mi richiama e mi dice di andare che hanno la mia CC.

Vado sfrecciando🚴‍♀️ non prelevo, non faccio la seconda colazione e non pago le bollette. Vado a casa fare la terza cacca.

💩💩💩

Categorie
Senza categoria

Inconsapevole..

Più di una volta questa storia l’ho sentita e più di una volta ho espresso la mia opinione o dato di fatto.

Ma i mariti sono disabili o uomini?

Nn capisco, forse la parola “mariti” sbaglio io e non si parla di uomini che vi siete sposati…

Spesso e volentieri cado in discorsi “Devo far da mangiare ai figli e al marito” oppure “Non posso venire, perché ho marito che deve mangiare” o “Quando esco da LAVORO devo pulire, andare a prendere i figli e fargli fare i compiti e mio marito deve mangiare, perchè LAVORA”.

Ma quindi “marito” significa non saper far un cavolo e essere imboccati, dai Disabili.

Marito=Disabile

Anche ieri sono caduta su un disabile, non in senso letterario, ma biblico.. chiariamo nulla a togliere ai disabili. Ognuno di noi lo è in pratica.. Siamo tutti o quasi portatori di occhiali, per non parlare delle cose orrende che nella vita ci capitano e ci lasciano dei segni e ci rendono disabili🤷‍♀️

Insomma si chiacchierava del lavoro difficile, gli orari soprattutto, ma non tanto idonei alla propria vita, ma all’impegno per accudire il marito…

Ah bho contente voi..

💪 Forza croce rossine 🤣🤣🤣 è fin che morte non vi separi.

Categorie
Senza categoria

Dopo Cristo ora c’è Dopo l’autocertificazione

Dopo S.In.V. è la sigla del paese in cui la forestale mi ha fermata sparandomi con il cici (autovelox).

“Signorina” la poliziotta mi parla, già io prego prima, perché ancora con questo organo non ci ho avuto a che fare e non so che lato di Samanta presentare e poi perché sono 2 donne (Non sto facendo discriminazione, ma sono più stronze e io posso dirlo, perché ho un’immensa esperienza).

La collega dal finestrino opposto mi indica la pistola e fa vedere i miei 77km/h che stavo facendo in una strada apparentemente da 50km/h.

Esclamo “ops 😁 ” . Intanto i miei criceti in testa lavorano: faccio la simpa, mi prostro a terra, piango, invento una cazzata tragica..Aaaah..!! Mentre penso tra me e me, si vede che è passato del tempo anche nel mondo reale, e l’altra poliziotta, quella dalla mia parte, mi chiede dove sto andando.

Io “Mi rincongiungo dalla mia compagna”. Ora vedo i loro criceti lavorare nella loro testa e aggiungo “al dire il vero viviamo a Cesena, ma l’altro giorno nn è stata bene la sua mamma per cui dormiamo da lei.. però lavoro a Cesena, lei invece lavora in giro, perché è una libera professionista. Di solito è la mia famiglia che ha bisogno, questa volta no è la sua.. Però io ho la badante, non per me, per la mia famiglia…..” Poliziotta dalla parte opposta mi interrompe: “Vada, vada pure e vada piano nei centri abitati”.

Ho risposto “ok, grazie” e sono scheggiata via 😎😎😎

Categorie
Senza categoria

Fase2

Giorno 2 e neanche una pattuglia mi ha fermato. Mi ero stampata mille autocertificazione, perché Ormai era routine, vado a lavorare e mi fermano, esco da lavoro e mi fermano, adesso devo usare il passato..🙏

oh my god!

Mi sono portata sfigaaaaa!

Senza offesa, anzi offendetevi pure, ma le barzellette sono tutte vere gnè gnè..ff..grr.. 🖕

Fase2🤞😷

Categorie
Senza categoria

Quarantena 125793

Peso 48/49kg e sono alta un metro e un cazzo.

Ormai chiamo l’Avis per la donazione…

Mancano 40 giorni circa al fatidico giorno di inizio mare, per la mia testa, perché se non è giugno nn si va al mare. Stando ai video o comunque ai famosissimi blogger che seguo, non sarò l’unica inciccita😝.

Il sole fuori è caldo, sento i vicini parlare, sempre. I bambini giocano, per loro è festa e non si rendono conto che perdono giorni di non ignoranza. I genitori li vedo e prima di salutare fanno uno sbuffo con la bocca e quindi non esce un “ciao”, ma un “sbufcCIAOof”. Sarà la quarantena, sarà il non lavoro, sarà aver figli in casa h24.

Questa situazione potete chiamarla non normale: io vivo in questa situazione!🖕

Il lamento del vicino A è che la connessione è tarocca per cui fa fatica a fare video in diretta da promotore dei suoi prodotti…

Il lamento del vicino B che è compagna del vicino A … i suoi gemiti sono uguali sia per la palestra che fa in giardino che in camera da letto.

Il lamento del vicino C è che suo figlio va troppo veloce in bici..

Il lamento del vicino D, che i suoi bimbi non fanno i compiti on-line con gli altri compagni, che ha preparato in giardino il tavolo e le sedie…

Il vicino E moglie del vicino C grida, ma non ho capito cosa.

Il vicino F sta nell’orto e credo che litighi con i pomodori e a volte con la cipolla.

Il vicino G litiga con D suo marito che perde tempo in giardino preparando posti nel tavolo per mille bimbi e gli spiega che anche se internet va non si materializzeranno i bimbi lì a sedersi.

Il vicino H mi racconta che C è l’amante di D.

Il vicino I mi racconta che al supermercato ci vanno nonnine di mille anni 3/4volte al dì e confessano che il Corona è bello. Il giornalista/fotografo/galeotto…..🤔

Il vicino L è la mia compagna e sbuffa dalla mattina alla sera. Mi fa alzare presto la mattina, mi obbliga a sedermi a tavola per mangiare tutte le prelibatezze Romagnole e non, ma soprattutto mi obbliga a infrangere la legge.

Giorno 3 dalla galera.

To be continued…

Categorie
Senza categoria

Quarantena1

Giorno non lo so, tempo non lo so.

Ore 5.25 am di uno dei tanti giorni costretta ad alzarmi in un ora improponibile per andare a lavorare. (Grazie al cielo ci devo andare) 😉

Finanziere1: “Signorina dove va?”

Io: (prima di abbassare il finestrino, indosso la mascherina, mi sposto un pò per non star vicino all’agente). “Vado a lavorare.”

Finanziere1: “Che lavoro fa? Che necessita di essere in giro a quest’ora? Lo sa che è divieto?”

Io: “Lo so, ma è stato lei ha mettersi in mezzo alla strada e farmi costare nel lato opposto..”

Finanziere2: (ride)

Finanziere1: “Signorina o Signora? Quanti anni ha?”

Io: “Mi scusi, ma sono felicemente impegnata” 😉 gli ho strizzato l’occhio per davvero. “Signorina, perché Signora mi da quel che di vecchia che un pò mi spaventa, però Signora perché ho 34 anni e per cui lo sono”.

Finanziere2: “è mattina presto però ha voglia di fare la simpatica”

Io: penso…che vorrei dirgli che sono sempre “simpa” a prescindere dall’odio che ho. Ma sorrido e gentilmente comunico che devo andare a lavorare………

Arrivo al lavoro.

Categorie
Senza categoria

La Camera.

La mia vita sul cesso.

Da quando ho ricordo stavo sempre sul wc dei miei genitori, ora solo di mia mamma.

Le 137 piastrelle di cui 32 raffiguranti fiori, di cui non sono mai riuscita a contare i petali e le innumerevoli bottiglie di shampoo, saponi e creme varie che mia madre ha sempre avuto l’impulso di comprarne ogni volta che si andava a fare spesa, solo oggi capisco che sono un sintomo della sua malattia.

Il bagno, luogo sacro per me e per mio padre, ma sempre violato da tutti, solo lui mi lasciava in pace…almeno lì. Un traffico dall’inizio fino alla fine: mamma, sorella, gatte e poi morose.

Senza vergogna, senza pudore, perchè è sacro cagare, non intimo. (Tranki non emano odore cattivo, solo rose fresche)!!!

In fine lo studio cambia; piastrelle verdi, stanza senza finestra, più grande del primo bagno.

Da single a porta aperta il luogo sacro violato solo dalle gatte, perchè non correvano per salire con me sul divano, ma all’attenti a fissarmi mentre sono seduta. Anche da impegnata la porta resta aperta: sono per la condivisione!

Non so quante piastrelle ci siano, non so neanche se c’è differenza tra la parete di dx e quella di sx, anch’io ho numerose bottigliette di shampoo e creme…

In ufficio si sta con il cellulare ora, ma credo che noi giovani stiamo sempre al cellulare.

Il mio ufficio è il bagno, lo chiamo così per simpatia. Io ci passo i 3/4 della mia giornata, da quando mi alzo alla fine. Non sono messa male, non vi preoccupate! Chi, ai tempi d’oggi non ha problemi intestinali!? A parte nel 2011, anno in cui ho avuto la pancreatite , ho sempre avuto rapporti frequenti con il mal di pancia.

La mattina si inizia con il caffè (da quando ho 29 anni) poi wc, si lavora e wc, si fanno commissioni e wc, spesa e wc, serate, cene e wc, sempre! Si produce sempre a volte con dolore e a volte no, ma la serenità quando mi siedo è unica. Ciao vado sul wc.

Categorie
Senza categoria

Bardisanvittoretirigolamacchinatifaccioilculoastriscebruttoprioprietarioantipatico

Alla faccia di chi mi ha detto che le mie storie italiane sono un flop, in Germania non avrei mai incontrato lui brutto e un pò anziano, barista di uno dei tanti bar di San Vittore vicinissimo al Vidia. Non faccio nomi, ma spero che si capisca 😉

Cammino perché mi piace, dovrei usare la bici, ma devo aggiustarla e il mio culo pesa, mi viene più facile uscire di casa, superare tutti quei marmocchi che strillano e corrono e infondo ci sono loro.. I genitori che sono peggio dei figli.. Cordiali saluti..

Hanno più o meno la mia età quest’ultimi, ma sembrano dei novantenni.🤣😎

Quest’inverno a piedi sono arrivata a Diolaguardia e a Bertinoro, oggi si e no a San Vittore.

Ansiamando entro in un bar e ho poche scelte, perché la mia pancia è delicata. Coca no, perché non mi basterebbe una lattina, spremuta sento già il mio stomaco che grida, mi farei un finocchio, ma sto morendo di caldo.. il the verde freddo mi fa schifo.. Acqua mi gonfia.. Altre bevande gassate mi fa gas, mi butto e gli chiedo un bicchiere di succo di pera 🍐.

Manco gli avessi chiesto un kg di Maria, un pò di armi semi-automatiche, non so… 🤷‍♀️ In parole povere mi ha dato della sfigata, perché una ragazza così giovane alle 16/17 del pomeriggio non può chiedergli un succo di frutta….. poi mi ha raccontato tutta la sua vita lavorativa, che ha aperto quel bar da 40 anni che c’è morta la moglie che questo che e quest’altro…

Morale della storia Italiana sono uscita senza succo di frutta, l’ho comprato al supermercato.🤔

Categorie
Senza categoria

Prima volta

Notte.

Di notti ce ne sono tante, con le stelle, con i fulmini e vuote.

Percorro i corridoi e leggo.. Guardo il pc e relaziono con esso, anche perché l’alternativa sarebbe impedire che un essere, per me invisibile mi uccida, come mi hanno detto poco fa.

“Vattene via se no ti uccide”.

Oppure parlare con una che guarda il soffitto e ogni volta che passo davanti mi saluta o meglio c’è chi dorme e parla: “Samanta metti sul canale cinque”.

Ma il top è lui bello pettinato con la giacca che mi chiede un caffè, gli ho detto che vado a fare le brioches e torno.

In attesa…